Misure economiche federali: Circa 10 miliardi per indennità per lavoro ridotto e aiuti immediati all’economia

17.3.2020

Il Consiglio federale è consapevole del forte impatto economico dei provvedimenti adottati e intende pertanto assicurare un sostegno rapido e non burocratico all’economia. L’obiettivo primario è continuare a garantire gli stipendi dei salariati. Per aiuti finanziari immediati ha a disposizione nei settori più disparati un importo complessivo di circa 10 miliardi di franchi.

  • Per le indennità per il lavoro ridotto sono a disposizione fino a 8 miliardi di franchi provenienti dal fondo dell’assicurazione per la disoccupazione (AD). Il periodo di attesa è ridotto con effetto immediato e fino al 30 settembre a un giorno. Le imprese devono così sostenere la perdita di un solo giorno di lavoro prima di avere diritto al sussidio dell’AD. Il Consiglio federale ha incaricato la Segreteria di Stato dell’economia di valutare, entro il 20 marzo, la possibilità di estendere il diritto all’indennità per il lavoro ridotto ai lavoratori con un contratto di lavoro a tempo determinato (non rescindibile) e ai lavoratori impiegati temporaneamente. Una tale estensione presuppone una modifica di legge.
  • Per le imprese particolarmente colpite, il Consiglio federale sta valutando un sostegno finanziario (liquidità transitorie, aiuti finanziari ecc.) fino a un miliardo di franchi per i casi di rigore. Sotto la direzione del Dipartimento federale delle finanze, entro il 1° aprile devono essere studiate le modalità e richiesti i mezzi necessari. Secondo la SECO, i dettagli sono in fase di elaborazione.

torna